Perché la mamma è sempre la mamma

13.05.2017

"Un legame indissolubile"

Qualcuno potrebbe pensare che la "festa della mamma" sia solo una delle tante occasioni per far scucire soldi alle povere persone come noi. Sono d'accordo. Viviamo in un mondo in cui non importano i valori ma conta solo il denaro, quanto ne abbiamo e quanto ne possiamo spendere. Sembra che tutto sia costruito su fragili banconote di carta e su oscillanti indici di borsa. 

Non avete anche voi questa sensazione? Io ne sento perfino l'odore ed è molto acre. Mi dà fastidio. Mi turba e mi inquieta. Ecco perché mi piacerebbe dare un altro valore a questo giorno. Questo giorno che sarà domani. 

Sicuramente vedremo in ogni parte del web elogi, frasi piene d'amore, parole ricche di sentimento... ma saranno piene davvero? Ma saranno ricche davvero? 

Queste sono le domande che mi sorgono spontanee. Spesso l'ipocrisia è padrona di questi momenti. Ed è un peccato. Un vero peccato. Proprio lei li rende così banali e così materiali. L'ipocrisia permette di vivere questo giorno banconota su banconota. Moneta su moneta. Doblone su doblone. E quindi perché dargliela vinta? Perché accettare e mettere l'ennesima maschera?

Diciamoci la verità. Tutti abbiamo logorato le nostre mamme. Chi più, chi meno. Hanno dedicato la vita ai propri figli e nessuno tra i figli lo ha mai capito fino in fondo. Le trattiamo e le abbiamo trattate come un peso. Perché dovremmo far finta in quel giorno che vada tutto bene? Perché dovremmo far finta di essere diversi da ciò che in realtà siamo? 

Non riesco a capire. Siamo un po' incoerenti e io lo sono per primo. 

Perchè? 

Semplicemente perché la mamma in un modo o nell'altro ce le ha sempre date tutte vinte. Ci ha protetto anche quando non avrebbe dovuto. Ci ha abbracciato anche quando era stanca morta. Ci ha ascoltato anche quando avrebbe voluto dormire in santa pace. Ci ha risposto anche quando non avrebbe dovuto risponderci. E il riconoscimento di noi figli qual è? Una porta in faccia, nel migliore dei casi. Non possiamo recuperare tutto quello che abbiamo perso durante ogni singolo giorno di ogni anno in un solo e dannato giorno. 

Possiamo solo dire grazie. Un grazie che non è un semplice "contentino" ma un grazie che si dice poche volte al pari di un "ti amo" o di "scusa". Sono parole difficili. Le più difficili e le più dense di significato. Sono parole piene. Intense. Dirompenti. E allo stesso modo agghiaccianti. Provanti. Da brividi. 

Le nostre mamme non ci chiederanno mai l'impossibile. No. Per quello bastiamo già noi stessi e forse i nostri padri. Le nostre madri vorrebbero solo vederci sorridere con il cuore. E quel sorriso e quel "grazie" sono esattamente la stessa cosa. Per loro. E per noi? Per noi no. Ma non importa. Noi saremo sempre a disagio di fronte alla grandezza della nostra mamma. Di quella stessa mamma con cui gridiamo ogni giorno. Di quella stessa mamma con cui lottiamo ogni giorno. Di quella stessa mamma che vorremmo solo tacesse. Di quella stessa mamma che avrebbe bisogno di un conforto. Ma non siamo in grado di darglielo.

Ecco. Sto sorridendo. Credo che anche voi stiate sorridendo. E questo sorriso è arrivato a destinazione. Così in Terra come in Cielo.

GRAZIE MAMMA!

#mamma #festadellamamma #grazie